Mater-bi, di cosa si tratta?

Oggi andiamo a scoprire una bioplastica veramente straordinaria, ricavata da materie prime rinnovabili come il mais.

Il Mater-bi è biodegradabile e compostabile per natura (basta un ciclo di compostaggio) e può essere lavorato anche con le più comuni tecnologie a disposizione.

Utilizzi

Questo versatile polimero viene utilizzato per creare innumerevoli oggetti di uso comune, come imballaggi o accessori usa e getta ma viene anche utilizzato nei biofiller o nei giocattoli.

Caratteristiche uniche

Il Mater-Bi è davvero la realizzazione di un sogno. Un materiale al servizio dello sviluppo sostenibile, capace di coniugare esigenze ambientali con quelle di Agricoltura e Industria. La bioplastica è la risposta concreta alla domanda di prodotti di largo consumo a basso impatto ambientale. Nasce da risorse rinnovabili di origine agricola, diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili e completa un circolo virtuoso: le materie prime di origine agricola tornano alla terra attraverso processi di biodegradazione o compostaggio, senza rilascio di sostanze inquinanti.

Il Mater-Bi deriva da materie prime rinnovabili di origine agricola e provenienti da amido non geneticamente modificato. Il materiale è disponibile in forma di granuli, con diverse formulazioni e\o gradi.

Tutti i gradi in Mater-Bi™ sono caratterizzati da:

  • completa biodegradabilità in diversi ambienti; in compostaggio, in suolo, in acqua dolce e salata;
  • lavorabilità con le stesse tecnologie delle plastiche tradizionali e con produttività simile;
  • stampabilità con normali inchiostri e tecnologie di stampa, senza bisogno di trattamento corona;
  • colorabilità in massa con Master-batch biodegradabili
  • intrinseca antistaticità;
  • sterilizzabilità con raggi gamma.

Sei d’accordo anche tu che la scienza può aiutarci a cambiare sostanzialmente le nostre abitudini verso un mondo più sostenibile?

A te la prima mossa!